Next: PHP 3.0 ed il Up: Progetto e realizzazione di Previous: Dalla scelta dei pacchetti

Postgres SQL ed il suo utilizzo nella gestione di un DB relazionale

La scelta del pacchetto da utilizzare per la gestione del DB e` stata quella che, forse piu` di altre, ha posto qualche problema, vista la dovizia del materiale disponibile sulla rete Internet. I candidati sui quali mi sono soffermato quasi subito sono stati pero` essenzialmente due: MYSQL e POSTGRES. Entrambi consentono infatti di gestire Basi Dati relazionali (argomento studiato in dettaglio nel programma curricolare della disciplina) ed hanno la caratteristica di essere interfacciabili con PHP3 (pacchetto di cui ci occuperemo piu` avanti che consente di realizzare un front end di accesso alla base dati mediante web), anche se il primo dei due, che sembra maggiormente utilizzato da provider e sviluppatori per la sua snellezza e facilita` d'uso ha, per converso, la caratteristica di non essere liberamente accessibile in tutte le sue parti (stando a quanto ho appreso da alcuni utilizzatori del pacchetto stesso). Da qui la scelta di Postgres.

Com'e` ben noto l'implementazione di Postgres DBMS ha avuto inizio nel 1986, da allora esso si e` evoluto in molte versioni in risposta a sempre nuove e piu` sofisticate esigenze oltre che alle lacune presenti nel sistema iniziale. Nel 1994 Andrew Yu e Jolly Cher hanno aggiunto un interprete SQL a Postgres ed hanno dato al nuovo codice il nome di Postgres 95 (sempre di pubblico dominio), nel 1996 infine si scelto un ulteriore nuovo nome per il pacchetto, PostgresSQL, soprattutto per contraddistinguere il passaggio dall'originale Postgres alle piu` recenti versioni con potenzialita` SQL.

L'installazione del software non ha presentato particolari difficolta` (e` bastato seguire alla lettera le istruzioni riportate nel file di installazione) ed ha permesso, nell'arco di un paio d'ore, di disporre di un sistema perfettamente funzionante. Gli studenti, che avevano gia` acquisito un minimo di familiarita` con l'SQL (il testo adottato ed il software disponibile in laboratorio hanno quale punto di riferimento il DBIV e l'ambiente SQL embedded ad esso relativo), una volta messi in condizione di utilizzare il front end del sistema per realizzare, in maniera interattiva, la base dati di riferimento (comando: createdb scuola), hanno proceduto alla creazione di una classe (tabella) studente:
CREATE TABLE studente( 
           nome              varchar(20),
           cognome           varchar(30),
           nascita           date, 
           indirizzo         varchar(40), 
           telefono          varchar(15),
           classe            varchar(5),
           specializ         varchar(20)
);

Per inserire istanze nella classe hanno utilizzato il comando:
INSERT INTO studente 
VALUES ('Antonio', 'Cardillo', '14/09/79', 'via Acquacandida 2', '0776/366430',
'5 A','Informatica');

Per interrogare la base dati hanno creato delle query utilizzando il comando select. Esempio di interrogazione e` stato:

SELECT * FROM studente;

Il risultato di questa operazione, nell'ipotesi che siano stati precedentemente inseriti dei dati nella classe, e` costituito dalla seguente tabella nella quale sono riportati tutti i dati immessi:

nomei cognome nascita indirizzo telefono classe specializ
Antonio Cardillo 14/09/79 via Acquacandida 2 0776/366430 5A Informatica
Sirio Tomeo 04/05/78 via Volpazoli 0776/26524 5A Informatica
Massimil. Melillo 29/08/78 loc. Pontesettearc. 0776/343252 5A Informatica
Vincenzo D'Aguanno 04/05/78 via Pagliuchella 0776/463197 5A Informatica

Un ulteriore esempio di interrogazione e` stato:
SELECT * FROM studente
WHERE nascita = '04/05/78';

che restituisce a video la seguente tabella :

nome cognome nascita indirizzo telefono classe specializ
Sirio Tomeo 04/05/78 via Volpazoli 0776/26524 5A Informatica
Vincenzo D'Aguanno 04/05/78 via Pagliuchella 0776/463197 5A Informatica

Ovviamente sono stati i ragazzi stessi che hanno poi approfondito, a seconda delle esigenze che si presentavano, i vari comandi (il materiale di riferimento e` stato reperito tra i documenti che accompagnavano il pacchetto e su [4]).



Next: PHP 3.0 ed il Up: Progetto e realizzazione di Previous: Dalla scelta dei pacchetti
Conversione in html: PROSA srl
info@prosa.it